Agenzia Letteraria Atelier Parole su misura
Home » CHI SIAMO

CHI SIAMO

Agenzia Letteraria Atelier

Agenzia Letteraria Atelier - Agenzia Letteraria Atelier

L'Agenzia Letteraria Atelier seleziona manoscritti per le case editrici non a pagamento.

Ha sede a Milano ma opera su tutto il territorio nazionale. 





L'editor è come un sarto confeziona parole su misura

L'editor è come un sarto confeziona parole su misura - Agenzia Letteraria Atelier

L'editor ha un impegno nei confronti del testo che gli viene affidato: deve restituire un lavoro in cui l'autore si riconosca, sia per la cifra stilistica che per il lessico, sia nell'impatto emozionale che nella scorrevolezza del narrato. Deve amare il testo ma mai innamorarsene, deve avere rispetto del lavoro dell'autore ma non può lasciarsi intimidire. L'editor taglia, cuce, imbastisce, riscrive, mette spilli per evidenziare le verità su cui regge il narrato e verificarle. Sa essere impietoso dove serve: sui punti che bloccano il ritmo, sulle descrizioni dettagliate che non aggiungono nulla alla storia. Lavora verso una struttura più snella, che abbia toni in levare e mai solo in battere. Fa tutto questo senza dimenticare la soddisfazione del suo cliente: l'autore.

L'editor è come un sarto: confeziona parole su misura.

La verità del Teatro

La verità del Teatro - Agenzia Letteraria Atelier

Il Teatro mi ha sempre aiutata nella vita ed è un sostegno anche in questo lavoro, per una semplice regola: in Teatro tutto deve corrispondere a un Perché, anche qui.

Immagino i personaggi sulla scena: li vedo animarsi nella storia, se li percepisco interrotti, compulsivi o scomposti, poco armonici nelle soggettive del complesso movimento scenico, qualcosa non va nel narrato. Allora torno indietro, rivedo il lavoro: cambio, riscrivo, sposto, taglio. In Teatro la regola è l'essenziale, non sono ammessi didascalismi, nella scrittura nemmeno. 

Il Teatro è verità

Su misura perché...

Su misura perché... - Agenzia Letteraria Atelier

L'Editor dall'animo nobile...

Hai confezionato il mio romanzo con amore fra pizzi e merletti, come un abito da sposa in una favola. Hai ricamato i fili della storia con passione e coinvolgimento, il tutto impreziosito da un bouquet di zagare e da un prezioso diadema di diamanti, questo rappresenta il tuo inconfondibile lavoro davvero indispensabile. Grazie!

 Pensavo di aver indossato l'abito migliore poi sei arrivata tu: un taglio qui e un colpo al cuore, un orlo in più e un mio sospiro, una rifinitura speciale e un pizzico di polvere di stelle. Pensavo di essere pronta per uscire, poi davanti allo specchio ho fatto come consigliava Coco Chanel: ho tolto qualcosa. Quel che ho perso è stato il mio di più, quello che il tuo sguardo e il tuo lavoro hanno donato al mio testo. Pronta per uscire.

 Ho appena finito di leggere la stesura, mi piace molto in quanto non si allontana da quanto scritto da me, ma ne evidenzia in positivo dei passaggi e rende la lettura più scorrevole, invitando il lettore a continuare fino alla fine.

Mi hai restituito il mio testo: è come se tu avessi tolto l'intonaco e recuperato un affresco che era andato perso durante svariati tentativi di ‘restyling’ editoriale.

 ... riesco a dirti solo questo: sei stata per il mio manoscritto quella luce in fondo al tunnel. Semplicemente Grazie! Senza di te non saremmo qui.

Ho scoperto con piacere che è lei il mio Editor. Sono sicuro che insieme faremo un buon lavoro

Il testo scorre ora è più organizzato: lavorando con te, sul mio testo, ho capito dove sbagliavo. Grazie per quello che mi hai insegnato. L'autore non sa essere critico nei confronti del proprio lavoro, questo è dannoso. Con te ho visto errori che non volevo vedere. Ero innamorato di alcune parole. Quando le hai eliminate dicendomi che erano brutte e appesantivano ci sono rimasto male, avevi ragione. Il testo ora mi piace molto, molto di più.

All'inizio non capivo perché tutti quei tagli, perché ridurre così drasticamente il testo. Pensavo si impoverisse. Invece hai solo recuperato il bello che c'era. Ora il testo mi piace molto, scorre è fluido. Sono molto soddisfatta.

Mi hai fatto venire l'ansia per tutti quei tagli. Avevo paura non avessi compreso il testo. Avevo paura avessi tolto parti importanti. Non lo riconoscevo più. Hai cancellato il prologo. Hai cambiato il titolo. Gli hai dato una nuova vita, un nuovo respiro. Lo hai rivoltato, lo hai tagliato, hai creato un inizio che coinvolge da subito. Eppure è sempre il mio testo, lo riconosco. Lo sento mio. Me lo hai restituito più bello e scorrevole. Lo hai impreziosito. Grazie!